Si può essere licenziati in caso di assenza ingiustificata al corso di formazione sulla sicurezza

Una sentenza di questo mese ha dichiarato legittimo il licenziamento di un lavoratore che non ha partecipato alla formazione obbligatoria prevista dall’Accordo Stato-Regioni, per violazione degli obblighi di correttezza e buona fede.   Secondo il Testo Unico 81/08, il datore di lavoro deve assicurarsi “che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza”. D’altro canto il lavoratore ha l’obbligo di “prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e… Continua a leggere »

STOP Sistri

La notizia che tutti aspettavamo: il SISTRI sarà definitivamente soppresso a partire da gennaio 2019. Lo stabilisce il Decreto Legge “Semplificazioni” che dovrebbe essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 13 dicembre 2018 ed entrare in vigore nella stessa data. Fino all’entrata in vigore di un nuovo sistema gestito interamente dal Ministero dell’Ambiente, la tracciabilità dei rifiuti sarà garantita tramite gli adempimenti cartacei (registro c/s rifiuti, formulari, MUD), che continueranno ad essere obbligatori e sanzionabili. La conferma dell’abolizione è stata annunciata dal Ministero dell’Ambiente in un comunicato stampa di seguito riportato: DL SEMPLIFICAZIONI, STOP AL SISTRI. COSTA: UNO SPRECO DURATO 9 ANNI E COSTATO PIÙ DI 141 MILIONI Il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti sarà 2.0 e interamente gestito dal Ministero dell’Ambiente. Roma, 12 dicembre 2018 – Il Sistri, Sistema… Continua a leggere »

24 ore CCNL metalmeccanici: obbligo di comunicazione attività formative entro il 31/12/2018

Il nuovo CCNL dei metalmeccanici dispone che l’azienda debba individuare e programmare, dei percorsi formativi di 24 ore in orario di lavoro entro il 31 dicembre 2018, per il primo triennio di applicazione (1° gennaio 2017- 31 dicembre 2019). Dopo questo termine, il lavoratore può organizzarsi individualmente. DESTINATARI DELLA FORMAZIONE • Lavoratori a tempo indeterminato. • I lavoratori part time possono beneficiare del 50% del monte ore dei colleghi full time. • I lavoratori a tempo determinato, in base al principio legale di non discriminazione, è preferibile prevedere il loro inserimento nelle iniziative formative. • Gli apprendisti e i lavoratori… Continua a leggere »

E’ disponibile il libro di Luca Veneri

LA SPERANZA E’ LA PRIMA A MORIRE di Luca Veneri, Presidente del Gruppo Remark. Un vero e proprio manuale pratico pensato per Datori di lavoro, Dirigenti Delegati, e Responsabili del Servizio di Prevenzione Protezione. LA SPERANZA E’ LA PRIMA A MORIRE è la storia vera di un processo penale per infortunio sul lavoro.Come puoi tutelare la tua azienda evitando che ti mettano i sigilli di sequestro sugli impianti? LA TUA AZIENDA E’ VERAMENTE SICURA? Ogni giorno in Italia muoiono tre persone sui luoghi di lavoro. Cosa fare in caso di incidente grave o gravissimo in azienda? Come evitare che arrivino… Continua a leggere »

Contributi a fondo perduto per formazione: a chi servono?

Dal 19 Ottobre uscirà il nuovo Contributo Aggiuntivo per le PMI, che ti permette di aggiornare e formare i tuoi collaboratori, con più piani formativi, tramite un “gettone” extra rispetto al fondo accantonato. Sono anni che noi di Reform organizziamo piani formativi finanziati su misura per i nostri clienti, garantendo una formazione continua sia in ambito sicurezza sul lavoro che di organizzazione aziendale. Ecco perché ci teniamo ad aggiornarti. Se la tua azienda ha determinati requisiti, dei quali ti scrivo qualche riga più giù, non può assolutamente perdere questo stanziamento a fondo perduto. Potresti approfittarne per formare i tuoi collaboratori… Continua a leggere »

Con il cuore e con la testa per costruire il futuro…

Intervista a Carla Zanni Campioli, Amministratore Delegato del Gruppo Remark La vostra società oggi è un gruppo di rilievo, fortemente diversificato: quante persone lavorano per voi e in quanti rami (e ambiti di competenza) si suddivide il gruppo? Direi che con noi lavorano una sessantina di persone, tra dipendenti e collaboratori. La nostra attività la svolgiamo tramite sedi in quattro province, tutte dislocate nel Nord Italia: a Modena, Mantova, Verona e Bologna. E sì, hai ragione… la nostra è una società diversificata, che attraverso i diversi rami che la compongono cerca di far fronte a un vasto campo di esigenze.… Continua a leggere »

Privacy: iniziano i controlli a campione e ti consigliamo di fregartene

Se fino ad oggi non hai preso in considerazione seriamente l’attività di adeguamento privacy, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del GDPR ormai non ci sono più alibi per la tua azienda: devi iniziare a correre. Ti ricordi della comunicazione che abbiamo inviato prima delle ferie tramite email, con l’oggetto “In quale posizione ti trovi?” Magari hai cestinato la mail senza leggerla, sarà finita direttamente tra gli spam o ancora peggio avrai fatto finta di niente, scorrendo velocemente la rotella del mouse sul testo. In quel momento avevi altre priorità da gestire, giusto? In fondo siamo stati bombardati di sms, email, aggiornamento privacy delle… Continua a leggere »

Rifiuti AEE, definite le tariffe per i produttori da versare entro il 31/10/2018

Come previsto dal DM Ambiente 17 giugno 2016, il Comitato di vigilanza e controllo ha approvato le quote di mercato e le tariffe che i produttori di AEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche) devono versare relativamente all’anno 2017. Questa tariffa copre gli oneri derivanti dal sistema di gestione dei RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) ed è composta da una quota fissa, pari a € 10,00, ed una variabile calcolata in base alle quote di mercato ricavate dalla comunicazione annuale presentata entro il 30 aprile 2018 al Registro AEE. Il pagamento dovrà essere effettuato entro il 31 ottobre 2018 tramite… Continua a leggere »

Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE): cosa cambia dal 15 Agosto 2018

Nel mondo delle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in questi giorni si parla solo di “Open Scope”: ma di cosa si tratta? Riguarda anche la tua azienda? Partiamo dall’inizio… il D.lgs. 49/2014 definisce con apparecchiature elettriche ed elettroniche “le apparecchiature che dipendono, per un corretto funzionamento, da correnti elettriche o da campi elettromagnetici, e le apparecchiature di generazione, trasferimento e misurazione di queste correnti e campi e progettate per essere usate con una tensione non superiore a 1000 Volt per la corrente alternata e a 1500 Volt per la corrente continua”. La definizione di AEE non verrà modificata a partire dal… Continua a leggere »

Classificazione dei rifiuti: attenzione a quell’HP14!

A partire dal 5 luglio 2018 sarà applicabile il Regolamento 2017/997/Ue (in vigore dal 4 luglio 2017) e tutti i produttori di rifiuti speciali dovranno porsi nuovamente delle domande sui propri rifiuti, ad esempio: i miei rifiuti sono pericolosi? Quali caratteristiche di pericolo devo attribuire? Il Regolamento ha infatti modificato la metodologia per l’attribuzione della tanto tormentata caratteristica di pericolo HP14 “Ecotossico”, rendendola finalmente uniforme in tutti gli Stati Membri. Quindi, cosa deve fare il produttore? • In caso di rifiuti classificati con codice CER non pericoloso assoluto la classificazione rimarrà invariata; • In caso di rifiuti classificati con codice… Continua a leggere »