24 ore CCNL metalmeccanici: obbligo di comunicazione attività formative entro il 31/12/2018

Il nuovo CCNL dei metalmeccanici dispone che l’azienda debba individuare e programmare, dei percorsi formativi di 24 ore in orario di lavoro entro il 31 dicembre 2018, per il primo triennio di applicazione (1° gennaio 2017- 31 dicembre 2019). Dopo questo termine, il lavoratore può organizzarsi individualmente. DESTINATARI DELLA FORMAZIONE • Lavoratori a tempo indeterminato. • I lavoratori part time possono beneficiare del 50% del monte ore dei colleghi full time. • I lavoratori a tempo determinato, in base al principio legale di non discriminazione, è preferibile prevedere il loro inserimento nelle iniziative formative. • Gli apprendisti e i lavoratori… Continua a leggere »

Contributi a fondo perduto per formazione: a chi servono?

Dal 19 Ottobre uscirà il nuovo Contributo Aggiuntivo per le PMI, che ti permette di aggiornare e formare i tuoi collaboratori, con più piani formativi, tramite un “gettone” extra rispetto al fondo accantonato. Sono anni che noi di Reform organizziamo piani formativi finanziati su misura per i nostri clienti, garantendo una formazione continua sia in ambito sicurezza sul lavoro che di organizzazione aziendale. Ecco perché ci teniamo ad aggiornarti. Se la tua azienda ha determinati requisiti, dei quali ti scrivo qualche riga più giù, non può assolutamente perdere questo stanziamento a fondo perduto. Potresti approfittarne per formare i tuoi collaboratori… Continua a leggere »

Metalmeccanici: 24 ore di formazione obbligatorie

Dal 1° gennaio 2017 i lavoratori a tempo indeterminato delle aziende metalmeccaniche devono effettuare, nel triennio, almeno un percorso di formazione di 24 ore ciascuno. Il nuovo contratto nazionale dei metalmeccanici nasce nel segno dell’innovazione e inserisce la formazione obbligatoria dei lavoratori all’interno della retribuzione per almeno 24 ore in tre anni. Se tali percorsi aziendali non verranno definiti e organizzati, il lavoratore ha il diritto di ricercare e partecipare a corsi di formazione all’esterno dell’impresa, ricevendo un contributo di spese direttamente a carico dell’azienda fino a 300 euro nel triennio. I corsi di formazione sono realizzabili anche secondo le… Continua a leggere »

RLS: chi sono, quanti sono, i doveri e la formazione

RLS: domande e risposte

CHI E’ IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS)? Il Testo Unico dice che l’RLS è la “persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro”. Nelle aziende con meno di 15 dipendenti, l’RLS è eletto direttamente dai lavoratori. Tutti i lavoratori possono ambire a coprire questa carica, ad eccezione degli apprendisti o lavoratori a termine. Il datore di lavoro è obbligato a comunicare le generalità del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza sia all’INAIL, sia al resto dei dipendenti. La carica ha una durata di tre… Continua a leggere »

Reform con FondItalia: non resta che aderire

FondItalia – Fondo Formazione Italia – è il Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua promosso da Ugl e FederTerziario sulla base di uno specifico Accordo Interconfederale che riguarda tutti i settori economici,compreso quello dell’agricoltura. Con l’istituzione dei Fondi Paritetici Interprofessionali si realizza quanto previsto dalla legge 388/2000.Le imprese che aderiscono a Fonditalia hanno l’opportunità di utilizzare lo 0,30%del monte contributivo obbligatorio,versato all’INPS dai datori di lavoro (Legge 388/2000), per la formazione continua dei propri collaboratori. Il Fondo è veloce, agile, flessibile. Tempi ridotti per accedere alle risorse, sottoscrizione nazionale dell’Accordo di Concertazione a valere sui Piani, formazione su misura per… Continua a leggere »

Fondimpresa: scadenza risorse economiche entro il 31/12/17

In data 31/12/2017 andranno in scadenza i fondi del Conto Formazione aziendale accumulate nel 2015. COSA SUCCEDE Entro il 31.12.2017 devono pertanto essere interamente utilizzate le risorse affluite sul Conto Formazione aziendale fino al 31.12.2015 non ancora impiegate per il finanziamento dei piani formativi. Per non perdere la disponibilità diretta di queste somme l’Azienda deve quindi presentare, entro e non oltre il 31 dicembre 2017, un piano formativo condiviso con un finanziamento del Conto Formazione almeno pari al loro ammontare. Per evitare di perdere la possibilità di usufruirne, è obbligatorio presentare uno o più progetti formativi che prevedano il finanziamento con fondi provenienti dallo stesso. COSA PUOI FARE… Continua a leggere »

Reform per la domanda di riduzione del tasso medio INAIL

L’Inail premia con uno sconto denominato oscillazione per prevenzione (OT/24), tutte le aziende attive da almeno un biennio e in possesso dei requisiti per il rilascio della regolarità contributiva ed assicurativa. Il tasso di premio applicabile all’azienda determina un risparmio sul premio dovuto all’Inail. In base al decreto ministeriale 3 marzo 2015, la riduzione di tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori-anno del periodo, come segue: fino a 10 lavoratori riduzione: 28% da 11 a 50 lavoratori riduzione: 18% da 51 a 200 lavoratori riduzione: 10% oltre 200 lavoratori riduzione: 5% oltre 500 lavoratori riduzione:… Continua a leggere »

Siamo sul MEPA

Il MePA – Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione – è un mercato digitale in cui le Amministrazioni di tutta Italia possono facilmente acquistare beni e servizi offerti esclusivamente da fornitori abilitati – e agisce tramite il portale Acquisti in Rete PA. I vantaggi – risparmi di tempo sul processo di acquisizione di beni e servizi – trasparenza e tracciabilità Il bando al quale abbiamo partecipato: 1602049 SERVIZI Come trovarci sul MePA Opzione 1 Andare sul sito Acquisti in Rete PA ed effettuare il Login Cercare nel Catalogo Elettronico MePa attraverso la barra di ricerca “Cerca”, posizionata in alto a destra… Continua a leggere »

Per i professionisti spese per la formazione deducibili fino a 10 mila euro

Dal 2017 i professionisti possono dedurre integralmente, ai fini della formazione del reddito, le spese di aggiornamento professionale, comprese quelle di viaggio e soggiorno, nei limiti di 10 mila euro annui. La modifica normativa è contenuta all’articolo 9, comma 1, del Jobs act autonomi, in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Sale dunque la deducibilità di tali spese atteso che la normativa attuale ne prevede la deducibilità entro un massimo del 50% della spesa sostenuta e solo se riferita alla partecipazione di convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento. La misura fa coppia con la integrale deducibilità, entro il… Continua a leggere »

Formazione attrezzature lavoro: proroga per il settore agricolo

Con la legge milleproroghe si rimanda 31.12.2017 l’entrata in vigore di una norma già operativa, con il seguente risultato: – i lavoratori di nuovo ingresso non hanno obbligo formativo specifico fino al 31.12.2017; – nel caso al 31.12.2017 non abbiano ancora maturato due anni di esperienza avranno comunque altri due anni di tempo per frequentare il corso di abilitazione (31.12.2019) – gli operatori con almeno due anni esperienza dovranno frequentare il corso di aggiornamento entro il 31.12.2018.