La tutela genitoriale nel rapporto di lavoro

Tra il 2022 e il 2023 sono state introdotte alcune importanti novità per quanto riguarda i congedi per i papà lavoratori, nell’ottica di favorire sempre più la parità dei genitori nell’accudimento dei figli. Sono numerose le tutele previste per il padre lavoratore e gli strumenti che gli consentono di assentarsi dal lavoro con diritto alla conservazione del posto per accudire ed assistere il bambino. Al momento della nascita di un figlio, la legge ha previsto una serie di tutele, oltre che per la madre, anche per il padre lavoratore, al fine di agevolare l’ingresso in famiglia del bambino, di consentire ai… Continua a leggere »

I limiti dei software crittografati nell’ambito del whistleblowing in azienda

Marttelletto del giudice

Il whistleblowing, ovvero la segnalazione di comportamenti illeciti o scorretti all’interno delle organizzazioni, è un tema di crescente rilevanza per le aziende di oggi. Con l’entrata in vigore del decreto legislativo n.24/2023, le aziende con oltre 250 dipendenti sono obbligate ad istituire un canale di segnalazione riservato a dipendenti e collaboratori. Questo obbligo, tuttavia, non implica esplicitamente l’utilizzo di software crittografati. L’obbligo decorrrà da luglio 2023 e le aziende, oltre ad incorrere in sanzioni fino a €50.000,00 rischiano, in caso di mancato adeguamento, di vedersi promuovere delle segnalazioni dei proprio dipendenti e collaboratori direttamente dal sito ANAC! Molte aziende, quando si trovano di fronte… Continua a leggere »

Controllo del lavoratore e privacy. Le nuove frontiere del del controllo datoriale tra Statuto dei Lavoratori e GDPR

Nell’ultimo decennio lo sviluppo tecnologico ha fatto passi che fino a pochi anni fa sembravano impensabili. Sempre più strumenti ideati e realizzati per un fine, si sono rivelati invece utilissimi ed utilizzabili anche per finalità differenti e questo principalmente grazie all’interconnessione e alla così detta Internet Of Things (l’internet delle cose). Proprio questa è stata la ragione per la quale l’originario testo di cui all’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori, che vietava l’uso “di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori” si è rivelato nella realtà dei fatti inadatto stante che, l’obiettivo del controllo,… Continua a leggere »