MUD

Di cosa si tratta

Il M.U.D. “Modello Unico di Dichiarazione” è stato istituito con la Legge n.70 del 25 gennaio 1994 ed è stato previsto quale mezzo di semplificazione degli adempimenti in materia ambientale. E’ il modello attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti prodotti dalle attività economiche, i rifiuti raccolti dai Comuni, e quelli smaltiti e/o avviati al recupero e/o trasportati nel corso dell’anno precedente a quello della dichiarazione. Il Mud deve essere presentato alla Camera di Commercio della provincia nel cui territorio ha sede l’unità locale a cui la dichiarazione si riferisce, solitamente entro il 30 aprile di ogni anno.

Rivolto a

I commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione, le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento di rifiuti, i Consorzi istituiti per il recupero ed il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, nonché le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi e le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3, lettere c), d) e g) del D.lgs. 152/06 con più di dieci dipendenti.

Il servizio Remark

Remark si offre di predisporre e trasmettere alla CCIAA territorialmente competente il mud per conto dell’azienda.

Sanzioni

I soggetti che non effettuino la dichiarazione MUD ovvero la effettuino in modo incompleto o inesatto sono puniti con la sanzione amministrativa pecuniaria da duemilaseicento euro a quindicimilacinquecento euro; se la comunicazione è effettuata entro il sessantesimo giorno dalla scadenza del termine, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da ventisei euro a centosessanta euro.

Riferimenti normativi

Articolo 189 del D.lgs. 152/2006 e s.m.i. Circolare del Ministero dell’Ambiente 2 marzo 2011

Condividi su: