Modello Organizzativo 231

Il Modello Organizzativo è un Sistema di Gestione interno all’Azienda che organizza e soprattutto disciplina l’attività operativa dell’azienda. Un Modello deve articolarsi nelle seguenti fasi:

  1. a) l’identificazione dei rischi, ossia l’analisi del contesto aziendale per evidenziare in quale area/settore di attività e secondo quali modalità si possono verificare eventi pregiudizievoli per gli obiettivi indicati dal D.Lgs. 231/01;
  2. b) la progettazione del sistema di controllo (c.d. protocolli per la programmazione della formazione ed attuazione delle decisioni dell’ente), ossia la valutazione del sistema esistente all’interno dell’ente ed il suo eventuale adeguamento;
  3. c) l’istituzione di un Organismo di Vigilanza e Controllo, che vigili sull’efficacia del sistema di controllo;
  4. d) l’istituzione di un Sistema Sanzionatorio interno;
  5. e) la redazione di un Codice Etico.

Implementare un Modello Organizzativo non è obbligatorio, la legge non prevede alcuna sanzione nel caso lo stesso non venga realizzato da un ente o da un’impresa.

L’adozione diviene pertanto obbligatoria se si vuole beneficiare dell’ esimente che esclude la colpa penale dell’azienda.

Il D.lgs 81/08, cosiddetto Testo Unico sulla Sicurezza, ribadisce, infatti, il carattere esimente dei Modelli Organizzativi per i reati di Omicidio e Lesioni colpose gravi ed inserisce la “presunzione” di conformità del Modello al D.lgs 231/01 per le aziende che abbiano implementato un Sistema di Gestione della Sicurezza secondo le norme OHSAS 18001:2007 oppure UNI INAIL 2001 (attualmente la norma OHSAS 18001:2007 che era un British Standard sarà sostituita dalla normativa ISO 4500:2018).

Gli Amministratori che esponessero l’ente all’applicazione delle sanzioni, per mancata adozione del Modello, sarebbero certamente esposti ad azione di responsabilità da parte dei soci, ai sensi dell’art. 2392 e seguenti del Codice Civile.

Assistenza e mantenimento del Modello Organizzativo 231

L’implementazione di un Modello Organizzativo comporta anche un suo mantenimento ed una sua assistenza. La legge prevede che affinché un Modello Organizzativo possa avere una validità esimente dalle pesanti sanzioni previste, lo stesso deve essere efficacemente attuato ed aggiornato.

In sostanza una volta creata la struttura del Modello Organizzativo lo stesso deve essere aggiornato in base ai cambiamenti dell’azienda e delle nuove introduzioni normative e soprattutto deve essere considerato efficace e cioè tenere effettivamente sotto controllo tutto il personale che lavora nell’Azienda affinché non vengano commessi reati. Inoltre criterio fondamentale per rendere il Modello organizzativo efficacemente attuato è quello di prevedere l’attività di un Organo di Vigilanza che relazioni almeno una volta all’anno al Consiglio di Amministrazione oppure alla Direzione aziendale.

A chi serve?

L’assistenza e il mantenimento del Modello Organizzativo si rivolge a tutte quelle aziende che vogliano dare un effettiva efficacia giuridica al Modello implementato. Un Modello senza un adeguato mantenimento non ha alcun valore esimente.

 

 

Condividi su: