Autorizzazione scarichi idrici

Di cosa si tratta

In via generale tutti gli impianti industriali e le attività dalle quali si originano scarichi idrici devono ricevere preventiva autorizzazione. L’autorizzazione deve essere chiesta all’Autorità competente (Provincia, Comune o Ato a seconda della tipologia di scarico) sia per l’attivazione di un nuovo scarico, sia per la sua modifica quali-quantitativa.

Rivolto a

Tutte le attività dalle quali si originano scarichi idrici

Il servizio Remark

Remark si offre di predisporre domande di autorizzazione per scarichi di tipo domestico, industriale e di acque meteoriche in pubblica fognatura o in acque superficiali. Remark è inoltre in grado di predisporre relazioni tecniche per la gestione delle acque di prima pioggia e dilavamento.

Sanzioni

Chiunque apra o comunque effettui scarichi di acque reflue domestiche o di reti fognarie, servite o meno da impianti pubblici di depurazione, senza apposita autorizzazione, oppure continui ad effettuare o mantenere detti scarichi dopo che l’autorizzazione sia stata sospesa o revocata, è punito con la sanzione amministrativa da seimila euro a sessantamila euro. Nell’ipotesi di scarichi relativi ad edifici isolati adibiti ad uso abitativo la sanzione è da seicento euro a tremila euro.

Riferimenti normativi

Capo III parte III D.lgs. 152/2006

Condividi su: