Scarichi idrici: Nuovo Regolamento Regione Lombardia

Il 2 Aprile 2019 è stato pubblicato sul BURL (Bollettino Ufficiale Regione Lombardia) il Regolamento Regionale 29 marzo 2019 – n. 6, che disciplina gli scarichi di acque reflue urbane e domestiche. Col nuovo Regolamento si allunga notevolmente l’elenco delle attività per le quali gli scarichi di acque reflue si considerano assimilati ai domestici ex lege, con conseguenti semplificazioni in termini autorizzativi Dal 17 Aprile 2019, infatti, sono infatti assimilate alle domestiche le acque reflue: Provenienti da insediamenti in cui si svolgono attività di produzione di beni e prestazioni di servizi i cui scarichi terminali i cui scarichi provengono esclusivamente… Continua a leggere »

Rischio Strada: Perchè è importante valutarlo? Webinar: 30 Maggio 2019 >> Ore 14:30 >> Prenota Ora il Tuo Posto GRATUITO al Webinar! La risposta è semplice, innanzitutto perché lo dice la legge, infatti il Testo Unico sulla Sicurezza (D.lgs. 81/08), all’art. 28, prevede che il datore di lavoro effettui la valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ma soprattutto perché le statistiche mostrano come gli incidenti stradali siano una vera e propria emergenza sociale in quanto non esiste “alcuna attività criminale che produca, attualmente, lo stesso numero di vittime”. Negli ultimi anni si sta… Continua a leggere »

Sentenza del Tar: Rischi campi elettromagnetici (CEM) e cellulari

Una sentenza che apre gli orizzonti della prevenzione e la lotta all’elettrosmog: Informare i cittadini sull’utilizzo corretto e sui rischi per la salute causati dai campi elettromagnetici (CEM) prodotti duranti l’uso di dispositivi mobili come smartphone, tablet e cordless, è uno dei compiti dei Ministeri: lo ha ribadito la sentenza n. 500 del 15/01/2019 del TAR del Lazio che ha accolto, parzialmente, il ricorso dell’Associazione per la prevenzione e la lotta all’elettrosmog. La sentenza del TAR del Lazio n. 500/2019 impone, nel rispetto dei loro ambiti di competenza, ai seguenti Ministeri: – Ministero della Salute – Ministero dello Sviluppo Economico… Continua a leggere »

MUD2019: pubblicato il DPCM con le istruzioni per la compilazione

Dopo lunga attesa è stato finalmente approvato il DPCM 24 dicembre 2018, contenente il nuovo modello da utilizzare per la presentazione della Dichiarazione MUD2019, riguardante i rifiuti prodotti e smaltiti nell’anno 2018. A causa della tardiva pubblicazione del DPCM in Gazzetta Ufficiale (22 febbraio 2019), per il solo anno 2019 la scadenza per la presentazione del MUD è prorogata al 22 giugno 2019. Il DPCM conferma la struttura di base della dichiarazione (6 comunicazioni) e i soggetti obbligati: Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti; Commercianti e intermediari di rifiuti senza detenzione; Imprese ed enti… Continua a leggere »

ADDIO SISTRI… QUALE FUTURO?

Il SISTRI è stato definitivamente abolito: lo stabilisce la Legge 11 febbraio 2019, n. 12, di conversione del DL “Semplificazioni” che abrogava il Sistema a partire dal 1° gennaio 2019. Pur considerando definitivamente chiuso il tanto discusso capitolo “Sistri”, il Ministero dell’Ambiente sta lavorando affinché venga garantita la tracciabilità dei rifiuti, come previsto dalla normativa Europea. Con la medesima Legge è stato infatti istituito il Registro Elettronico Nazionale, gestito interamente dal Ministero dell’Ambiente. Chi dovrà iscriversi? Enti e imprese che effettuano il trattamento dei rifiuti; Produttori di rifiuti pericolosi; Enti e imprese che raccolgono o trasportano rifiuti pericolosi a titolo professionale; Commercianti… Continua a leggere »

Piano di emergenza rifiuti

Con l’entrata in vigore del DL 113/2018 (“Decreto Sicurezza”), entro la scadenza del 4 Marzo 2019 tutti gli impianti che risultano autorizzati allo stoccaggio (D13, D14,D15) messa in riserva (R13) o lavorazioni dei rifiuti, devono predisporre un Piano di Emergenza interno finalizzato alla prevenzione degli incidenti, la protezione della salute e dell’ambiente, ad informare tempestivamente le autorità locali e la cittadinanza in caso di incidente e al successivo ripristino dei luoghi. Il 4 Dicembre 2018, con la legge di conversione 132/2018, è entrato in vigore l’articolo 26bis del Dl 113/2018 che prevede un nuovo adempimento. La norma prevede, per i gestori di impianti esistenti o di nuova costruzione, l’obbligo di predisporre un piano di emergenza interna finalizzato al raggiungimento di 4 obiettivi di tutela dell’ambiente e della salute pubblica. I gestori degli impianti esistenti hanno tempo fino al 4 marzo 2019 per predisporre tale piano. Nella parte… Continua a leggere »

STOP Sistri

La notizia che tutti aspettavamo: il SISTRI sarà definitivamente soppresso a partire da gennaio 2019. Lo stabilisce il Decreto Legge “Semplificazioni” che dovrebbe essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 13 dicembre 2018 ed entrare in vigore nella stessa data. Fino all’entrata in vigore di un nuovo sistema gestito interamente dal Ministero dell’Ambiente, la tracciabilità dei rifiuti sarà garantita tramite gli adempimenti cartacei (registro c/s rifiuti, formulari, MUD), che continueranno ad essere obbligatori e sanzionabili. La conferma dell’abolizione è stata annunciata dal Ministero dell’Ambiente in un comunicato stampa di seguito riportato: DL SEMPLIFICAZIONI, STOP AL SISTRI. COSTA: UNO SPRECO DURATO 9 ANNI E COSTATO PIÙ DI 141 MILIONI Il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti sarà 2.0 e interamente gestito dal Ministero dell’Ambiente. Roma, 12 dicembre 2018 – Il Sistri, Sistema… Continua a leggere »

Contributi a fondo perduto per formazione: a chi servono?

Dal 19 Ottobre uscirà il nuovo Contributo Aggiuntivo per le PMI, che ti permette di aggiornare e formare i tuoi collaboratori, con più piani formativi, tramite un “gettone” extra rispetto al fondo accantonato. Sono anni che noi di Reform organizziamo piani formativi finanziati su misura per i nostri clienti, garantendo una formazione continua sia in ambito sicurezza sul lavoro che di organizzazione aziendale. Ecco perché ci teniamo ad aggiornarti. Se la tua azienda ha determinati requisiti, dei quali ti scrivo qualche riga più giù, non può assolutamente perdere questo stanziamento a fondo perduto. Potresti approfittarne per formare i tuoi collaboratori… Continua a leggere »

Chi ha tempo, non aspetti tempo. Soprattutto quando si parla di incidenti

Occhio alle cifre: a quello che dicono… e a cosa nascondono Quando si parla di incidenti stradali, le statistiche annuali dell’ISTAT sono sicuramente il dato più attendibile: l’unico (o quantomeno uno dei primi) a cui è lecito dare credito. In questo senso, i dati sembrano buoni: secondo le stime, dal 2007 il numero degli incidenti stradali con feriti è andato riducendosi mediamente quasi del 3% ogni anno. E questo è un ottimo risultato, in termini di riduzione di infortuni e decessi. C’è’ tuttavia un aspetto importante da sottolineare, che deve necessariamente interessare chi si occupa di sicurezza stradale. L’effettiva riduzione… Continua a leggere »

Autorizzazione emissioni in atmosfera da rinnovare

Autorizzazione emissioni in atmosfera, chi deve rinnovare? Tutte le aziende la cui attività è iniziata prima del 2006 che risultano autorizzate ai sensi del D.P.R. 203/88 in data successiva al 31 dicembre 1999 devono inviare obbligatoriamente la domanda di rinnovo entro il 31/12/2015. La mancata presentazione della domanda di autorizzazione ordinaria art. 269 o della domanda di adesione alla autorizzazione di carattere generale A.V.G. nel termine del 31/12/2015 comporta la decadenza della precedente autorizzazione, pertanto lo stabilimento sarà sprovvisto di autorizzazione e non potrà utilizzare gli impianti che generano emissioni in atmosfera soggette all’obbligo di preventiva autorizzazione. Si precisa che… Continua a leggere »