Rischio Rumore negli ambienti di lavoro

Di cosa si tratta

L’ipoacusia, cioè la diminuzione fino alla perdita della capacità uditiva, determina un effetto di mascheramento che disturba le comunicazioni verbali e la percezione di segnali acustici di sicurezza. L'ipoacusia da rumore è la patologia professionale più frequentemente denunciata in Italia.

Rivolto a

Tutte le attività in cui sono presenti ambienti rumorosi e/o utilizzati macchinari/attrezzature rumorosi

Il servizio Remark

- Analisi documentale e delle condizioni di rischio; - valutazioni e misurazioni effettuate con gli strumenti di indagine (Fonometro); - stesura del relativo Documento di Valutazione Rischio Rumore con programma delle misure di prevenzione/protezione collettiva ed individuale; - eventuali azioni di sensibilizzazione ed info-formazione ai Lavoratori; - eventuale sorveglianza sanitaria mirata ai gruppi a rischio.

Sanzioni

In caso di inadempimento, il datore di lavoro è punibile con arresto da tre a sei mesi o ammenda da € 2.500 a € 6.400

Riferimenti Normativi

Art. 28 comma 1 e Art. 181 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.