Lavoro in estate: temperature elevate, attenzione ai "colpi di calore"



Il rischio da colpo di calore è un’emergenza estiva ma non è un’emergenza imprevedibile perché rappresenta una realtà che si ripete ogni estate.
 
Il Testo Unico sulla salute e sicurezza dei lavoratori (D.Lgs. 81/08) indica tra gli obblighi del datore di lavoro quello di valutare "tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori”, e ciò include quindi lo stress termico.

Oltre alla gravità del problema (il colpo di calore in certi casi può provocare la morte) si presuppone che le Ausl possano effettuare controlli mirati presso le aziende soggette a rischio al fine di verificarne una corretta gestione.

A tal proposito Remark propone una Valutazione Rischio Colpo di Calore per lavori in esterno, progettata seguendo le linee guida fornite dall’Ausl di Forlì nel 2015.

Risultano soggette le aziende che effettuano lavorazioni all’aperto, sia all’ombra, sia in pieno sole; a titolo esemplificativo ne citiamo alcune:
- Attività in campagna (tra cui serre) e affini (manutenzione aree verdi, ecc..)
- Attività presso cantieri 
- Attività di facchinaggio sotto tettoie o all’interno di magazzini dotati di aperture mantenute aperte durante le lavorazioni
- Attività di traslochi
- Manutenzioni ad impianti esterni professionali 
- Magazzini e depositi esterni, più in generale attività svolte su piazzali 
- Attività di rifornimento carburanti
- Operatori ecologici, attività di spurgo
- Ecc….
 
Risultano invece escluse dal campo di applicazione di tali linee guida le attività in cui alle condizioni atmosferiche si aggiungono in modo prevedibile altre sorgenti di calore e umidità antropogeniche e quindi non meramente legate alle condizioni atmosferiche (ad esempio: attività di asfaltatura).

In cosa consiste il servizio:
Durante il sopralluogo il tecnico effettuerà con apposita strumentazione alcuni rilievi di Temperatura ed Umidità presso le aree di lavoro all’aperto; tali rilevazioni devono essere svolte in una ipotetica giornata peggiorativa, ovvero in cui si preveda che la Temperatura all’ombra superi i 30° e/o l’umidità relativa sia superiore al 70%. 
Oltre al Documento di Valutazione del Rischio, forniremo istruzioni, procedure e buone prassi per evitare malori ed infortuni. 
 
Se ritieni che il rischio da esposizione a calore sia significativo nella tua azienda, contattaci: info@grupporemark.it
I clienti in assistenza Global Service Sicurezza di Remark hanno la valutazione inclusa nelle opzioni del servizio.
 
Siamo ovviamente disponibili per tutte le aziende, e vi invitiamo a programmare da subito i nostri interventi per l’estate, non aspettiamo semplicemente che "faccia caldo”.

Pubblicata Dal 01/06/2017